10 tecniche per aumentare motivazione e forza di volontà

Per molti di noi, il Capodanno rappresenta un momento per riflettere e decidere di mettere in pratica quei sani cambiamenti che ci proponiamo da tempo. All’inizio, tenere il passo con la dieta o la palestra, per esempio, è abbastanza facile. Motivazione e forza di volontà sono alte e il fatto che le iscrizioni in palestra a gennaio schizzino alle stelle la dice lunga.

Dopo un paio di settimane o poco più, però, la motivazione tende già a farsi desiderare e la forza di volontà si esaurisce a poco a poco.  Non è così sempre e non lo è per tutti, ovviamente, ma per un numero considerevole di persone le cose vanno più o meno così.

Nell’iniziare qualcosa di nuovo, come nel nostro caso lavorare da casa, ci vuole non solo una forte spinta iniziale ma la capacità di rimanere motivati nel medio e lungo termine. È fondamentale: senza motivazione non si va da nessuna parte!

Per molti, non è ovvio cosa fare per contrastare questa tendenza e per rimanere determinati a raggiungere i propri obiettivi.

La terapia cognitivo-comportamentale (una forma di psicoterapia che mira ad eliminare schemi di comportamento negativi) può contribuire a rafforzare la nostra capacità di rimanere concentrati sui nostri obiettivi

Qui di seguito c’è un elenco di consigli e tecniche che se messi in pratica correttamente possono aiutare a rimanere motivati.

 

Aumenta la tua motivazione in 10 passaggi

 

1.  Sviluppa un obiettivo e un piano di azione ragionevoli

Sembra banale ma non lo è affatto. Se l’obiettivo che ti poni è ai limiti dell’impossibile molto probabilmente non lo raggiungerai e rimarrai frustrato e deluso. Questo è un errore che devi evitare a tutti i costi!

Poniti obiettivi anche impegnativi ma raggiungibili. Soprattutto, una volta fissato l’obiettivo, scomponilo in tanti sotto-obiettivi in modo che siano più velocemente raggiungibili. Così avrai anche la possibilità di monitorare il tuo progresso in maniera più costante.

2.  Crea un elenco di motivi per cui ritieni importante raggiungere il tuo obiettivo

Una volta preparata la lista di motivi leggila spesso, anche quando non ne hai granché voglia. Leggila ogni mattina e ogni volta che sei tentato di deviare dal tuo piano. Serve a ricordare a te stesso cosa vuoi fare e perché. Serve a darti l’energia per fare ciò che devi.

3.  Riconosciti il merito ogni volta che ti impegni in azioni mirate a raggiungere il tuo obiettivo o ad evitare di deviare

Motivarsi non vuol dire auto umiliarsi o abnegarsi. Così come devi usare il bastone su te stesso quando sgarri, quando fai le cose per bene devi concederti la carota. Fuor di metafora, è importante riconoscersi i meriti e concedersi un premio o un po’ di meritato riposo quando serve.

4.  Imposta un piano per monitorare i progressi

Questo può essere fatto sotto forma di una semplice agenda o diario dove scrivi quello che hai fatto ed eventuali note. Datti dei tempi, imponiti dei limiti e controlla sempre a che punto sei. Un sacco di variabili vengono alla luce durante il cammino. Se investi un po’ di tempo a tenere tutto scritto, ti sarà di grande aiuto in un secondo momento per orientarti. Confronta questa agenda con i sotto-obiettivi di cui parlavo al punto 1.

5.  Reagisci ai pensieri che ti portano fuori strada

Si tratta non soltanto semplicemente di resistere alle tentazioni. Ogni volta che hai dei pensieri che vanno a compromettere i tuoi piani fatti un serio esame di coscienza. Analizza questi pensieri e tienili a freno.

6.  Identifica gli ostacoli e risolvi problemi il più possibile in anticipo

Certi ostacoli sono realmente imprevisti, altri invece sono prevedibili. Non è questo il luogo più appropriato per fare una lista di problemi prevedibili ma sono sicuro che se pensi attentamente al tuo piano, ai tuoi sotto-obiettivi, alle tue risorse e circostanze riuscirai a identificare molti ostacoli che potrebbero presentarsi durante il percorso. Preparati ad affrontarli. Quando i problemi si presentano non procrastinare ma cerca di risolverli il prima possibile. Cerca, nei limiti del possibile, di risolverli da solo perché è il modo migliore per imparare e progredire.

7.  Sii pronto ad affrontare lo scoraggiamento e la frustrazione che inevitabilmente si faranno sentire strada facendo

Bisogna accettare questa cose come parte del gioco. Lo devi sapere già all’inizio che prima o poi arriva il giorno nero… o i giorni neri. Se devi prenderti una pausa fallo! Poi rimettiti in piedi e torna al tuo progetto. Ricordati che non è forte chi non cade ma chi cadendo ha la forza di rialzarsi!

8.  Decidi un’auto ricompensa per il raggiungimento di obiettivi parziali

Questo è strettamente correlato al punto 3. Concediti un premio quando raggiungi obiettivi parziali: fa bene al morale!

9.  Concentrati sulle parti più appaganti del tuo progetto

Considera gli sforzi e le difficoltà come cose necessarie al raggiungimento degli obiettivi. Cerca di concentrarti sulle cose positive. Visualizza i tuoi obiettivi ed immagina di averli già raggiunti.

10.  Rimettiti subito in pista dopo ogni sbandata

Le sbandate possono capitare ma l’importante è non soccombere. Rimettiti sempre in piedi il più presto possibile!

 

Compito

Ora è il momento di fare il primo passo e mettere in pratica questi consigli. Inizia subito a sviluppare i punti 1, 2, 4 e 5.

Pensa al perché sei qua su questo sito, cosa ti ci ha portato e cosa vuoi ottenere. Prima di porti qualunque altro obiettivo devi lavorare seriamente su questo. Questa è la base.

Non rimandare e non procrastinare a meno che non ti sia assolutamente impossibile iniziare subito. Ricordati che “lo faccio dopo” e “me ne ricordo” sono i tuoi peggiori nemici. Combattili!


Questo articolo è stato liberamente tradotto ed adattato da “10 Techniques to Increase Motivation and Willpower” di Judith S. Beck, Ph.D., esperta di terapia cognitivo-comportamentale e Presidente dell’Istituto Beck per la terapia cognitivo-comportamentale.

 

Approfondimenti:
Condividi
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail
Seguimi
Facebooktwitterrss